A partire dal 27 maggio 2019 cambiano le modalità di richiesta all’INAIL

INAIL informa che, nell’ambito del processo di dematerializzazione della pubblica amministrazione, ha sviluppato un applicativo (denominato CIVA) per la gestione dei servizi di gestione dei servizi di certificazione e verifica, comprensivo della banca dati delle attrezzature e degli impianti immatricolati, dei collegamenti con la contabilità (mediante l’appoggio all’applicativo Pago PA) e la fatturazione elettronica.

Pertanto dal 27 maggio 2019 i servizi di certificazione e verifica dovranno essere richiesti esclusivamente per via telematica utilizzando l’applicativo CIVA raggiungibile sul portale  www.inail.it dalla sezione “accedi ai servizi on-line” inserendo le credenziali dispositive Inail del datore di lavoro e/o rispettivo delegato.

I servizi di certificazione e verifica da richiedere utilizzando CIVA sono i seguenti:

– la denuncia di impianti di messa a terra;

– la denuncia di impianti di protezione da scariche atmosferiche;

– la messa in servizio e l’immatricolazione delle attrezzature di sollevamento;

– il riconoscimento di idoneità dei ponti sollevatori per autoveicoli;

– le prestazioni su attrezzature di sollevamento non marcate CE;

– la messa in servizio e l’immatricolazione degli ascensori e dei montacarichi da cantiere;

– la messa in servizio e l’immatricolazione di apparecchi a pressione singoli e degli insiemi;

– l’approvazione del progetto e la verifica primo impianto di riscaldamento;

– le prime verifiche periodiche.

Per i dettagli vi rimandiamo alla specifica comunicazione Inail al seguente link:

https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/news-ed-eventi/news/news-rilascio-applicativo-civa-2019.html&tipo=news